Entra nel nostro portale! Potrai votare le nostre classifiche e rimanere sempre aggiornato sugli eventi promossi.

Accedi

I rischi dell'aria condizionata per la salute

I rischi dell'aria condizionata per la salute - RLS
Martedì
11
Agosto - 2015

Sebbene non c'è dubbio che l'aria condizionata sia fondamentale per affrontare l’afa estiva, che fiacca il corpo di chi è costretto a lavorare nonostante le temperature infernali, altrettanto evidenti sono i rischi che minacciano la salute di chi si trova per lungo tempo a contatto con la brezza artificiale.

È importante che il flusso d’aria non sia troppo freddo, affinché la differenza tra temperatura esterna ed interna non sia eccessiva: indicativamente la temperatura ideale del condizionatore dovrebbe essere di cinque-sei gradi in meno rispetto alla temperatura esterna. Gli sbalzi di temperatura sono infatti dannosi per l'apparato respiratorio perché il freddo eccessivo causa, una sorta di blocco del sistema di difesa delle vie respiratorie ovvero la paralisi delle minuscole ciglia vibratili che rivestono le mucose respiratorie, la cui funzione è proprio quella di allontanare i microrganismi presenti nell’aria. Ed è proprio per questo che c'è il rischio di imbattersi nelle classiche malattie da raffreddamento come il mal di gola, bronchite e poi emicrania, torcicollo, dolori articolari, dolori muscolari oppure addominali.


Dunque è necessario mantenere una temperatura “artificiale” non troppo bassa e posizionare i bocchettoni dell’aria fredda verso l’alto per non colpire direttamente le persone. Ci si deve ricordare di non fare un mal uso dell’aria condizionata e di non esporre all’aria molto fredda persone anziane e bambini. Se si è sudati aspettare qualche minuto ad accendere l’aria condizionata per evitare di abbassare troppo rapidamente la temperatura corporea. Si raccomanda anche la manutenzione periodica dei filtri, nei quali si annidano pollini, acari e microrganismi di ogni tipo.

Leggi Anche: